Profughi, Zeni: "Saranno distribuiti equamente in tutto il territorio provinciale"

Riunione con i sindaci dell'Alto Garda ieri pomeriggio, nel corso dell'incontro il neoassessore ha illustrato la proposta di collaborazione tra la Provincia e gli enti locali per una distribuzione dei richiedenti asilo, ad oggi circa 460 di cui la metà a Rovereto

Una distribuzione equa su tutto il territorio provinciale, è questa l'idea del neoassessore Luca Zeni riguardo all'emergenza profughi. L'assessore ha illustrato la proposta di collaborazione tra la Provincia e gli Enti Locali, in merito all'accoglienza delle persone richiedenti protezione internazionale, l'obiettivo è evitare di concentrare numericamente gli stessi solo in alcune località e favorendo così anche diverse possibilità d'integrazione. 

All'incontro erano invitati i sindaci ed i rappresentanti della Comunitè dell'Alto Garda e Ledro, zona che presumibilmente ospiterà i prossimi arrivi. L'assessore Zeni ha auspicato che con l'impegno di tutti si possa arrivare alla creazione di un modello trentino dell'accoglienza. Per ora sono 15, su 178, i comuni trentini che ospitano circa 460 richiedenti asilo, più della metà a Rovereto ed altri cento a Trento, fino ai 2 della Piana Rotaliana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento