"Schiamazzi, droga, alcol: chiudiamo il portico di San Marco"

Esposto in Procura e richiesta alla Curia di chiudere con un'inferriata il portico ed "eliminare il problema alla radice": da anni il sagrato è diventato luoo di ritrovo di giovani e giovanissimi, "ma c'è anche qualche adulto..." scrivono i residenti

Il portico della chiesa di san Marco a Trento

Scritte sui muri della chiesa e dei palazzi storici, ma non solo: musica ad alto volume, schiamazzi, lancio di bottiglie, consumo di alcol e droghe, urina sui muri. I residenti di vicolo San Marco sono stufi, e depositano un esposto in Procura contro "un numeroso gruppo di ragazzi di entrambi i sessi e di varia eta' (mediamente minorenni) i quali, pressoché' giornalmente, durante le belle stagioni, si raggruppano e stazionano sotto il portico della Chiesa di San Marco in Piazza degli Agostiniani durante le ore pomeridiane e serali".

Il fenomeno è sotto gli occhi di tutti e noto da tempo: capita spesso, passando per la chiesa di san Marco, di incontrare qualche gruppetto di ragazzi sfaccendati, italiani e stranieri. Da tempo il muretto di fronte all'ingresso della chiesa ed il sagrato coperto sono luogo di ritrovo. L'esposto prende in considerazione l'ipotesi di reato di "disturbo alla quiete pubblica e dannneggiamento di beni culturali".

La scorsa estate Polizia Locale e Carabinieri hanno intensificato i passaggi per via San Marco, quest'estate il controllo sembra essere meno  intenso, stando a quanto riportano i residenti, ed il fenomeno è cresciuto. I residenti chiedono di chiudere il portico con un'inferriata. L'esposto è indirizzato alla Questura, al Comando di Polizia Locale, ai carabinieri ed al Comune, ma anche  alla Curia, che naturalmente è la diretta interessata  per quanto rriguarda quest'ultima richiesta. 

L'ultima parola sulla chiusura del portico spetta dunque al Vescovo. Ma le segnalazioni dei frequenti episodi sono oggetto di continue telefonate al 112 ed alla Polizia Locale: "Nelle precedenti segnalazioni e' stata anche denunciata qualche preoccupante presenza di adulti insieme ai ragazzi - si legge nella nota che accompagna l'esposto - Da notare, infine, la presenza, nuovamente, di qualche clochard che pernotta sotto il portico. Una situazione che spinge i sottoscritti a chiedere di risolvere il problema alla radice con la chiusura del portico con una opportuna
inferriata".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Chiudere subito e i barboni a casa possibilmente a casa loro

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Valdastico: Fugatti e Zaia a Roma, accordo per lo sbocco a Rovereto sud

  • Cronaca

    Vento forte: decine di interventi dei Vigili del Fuoco

  • Politica

    Convegno contestato, Fugatti: "Forzate due porte a vetri". Scatta la denuncia

  • Cronaca

    Importano auto di lusso senza pagare l'Iva, tra gli acquirenti anche 34 trentini

I più letti della settimana

  • Giornata Mondiale della Sindrome di Down: ecco cosa significano i "calzini spaiati"

  • Tragedia a Vezzano: muore investito dal suo camion

  • Vento forte in arrivo: il messaggio della Protezione Civile

  • A Trento quasi una famiglia su due è composta da una sola persona

  • Sbranò un bimbo, ora è stata rieducata e adottata: una seconda vita per Asia

  • Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Torna su
TrentoToday è in caricamento