Squadra antidegrado: 14 nuovi vigili. Pattini: "Ora il presidio fisso in piazza Dante"

Che fine ha fatto il presidio interforze in piazza Dante promesso dall'amministrazione comunale e già finanziato dalla Provincia? Lo chiede il consigliere del Patt

Si chiudono oggi i termini per le domande di assunzione del concorso, preso d'assalto, per 14 nuovi vigili a Trento. La squadra "antidegrado" della Polizia Locale sarà finanziata dalla Provincia di Trento. la Giunta ha già stanziato i fondi necessari. 

Insieme al plauso per la realizzazione della nuova squadra di vigili il consigliere del Patt Alberto Pattini si chiede però ch fine abbia fatto il progetto, legato alla ristrutturazione della palazzina Liberty, inaugurata due anni fa, di creare un presidio permanente di forze dell'ordine in piazza Dante.

"Siamo molto soddisfatti - afferma il capogruppo del Consiglio Comunale, Alberto Pattini - in quanto la mozione del gruppo consiliare del Patt ha accelerato l'iter procedurale. Ora ci aspettiamo - conclude Pattini - che anche in tempi brevi sia realizzato il presidio interforze permanente in piazza Dante, finanziato dal Presidente Ugo Rossi e dalla giunta provinciale con 250.000 euro e inserito a bilancio comunale nel mese di luglio".

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

Torna su
TrentoToday è in caricamento