Esplode un fuoco d'artificio a Sarche di notte: denunciato per procurato allarme

Ha esploso un mega-petardo di quelli per professionisti, vietati ai minori, sotto casa sua: i vicini hanno chiamato il 112 dicendo che era esplosa una bombola di gas

Ha pensato bene di rompere la pace di un normale martedì sera nel tranquillo borgodi Sarche, in Valle dei Laghi, accendendo un megapetardo sotto casa il giovane denunciato per esplosioni pericolose e procurato allarme. Il botto infatti non è certo passato inosservato, anzi inascoltato, in paese e subito sul posto sono arrivati i carabinieri.

La notizia è riportata sul quotidiano online Valledeilaghi.it, clicca qui. I residenti che hanno chiamato al 112, sentento il potente boato, hanno subito pensato allo scoppio di  una bombola a gas. I carabinieri hanno perquisito l'abitazione del giovane, trovando altri petardi simili.

Si tratta di petardi semi-professionali da 28 grammi di esplodente netto, il cui possesso è vietato ai minorenni, appartenente alla categoria F4, la più alta secondo le recenti direttive europee in materia di fuochi artificiali. A tale categoria appartengono "fuochi d'artificio che presentano un rischio potenziale elevato e che sono destinati ad essere usati esclusivamente da persone con conoscenze specialistiche e il cui livello di rumorosità non è nocivo per la salute umana". Tutto il materiale è stato sequestrato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento