Muore mentre scala una cascata di ghiaccio

Tragedia in Val del Chiese, a dare l'allarme il padre dell'alpinista che, non vedendolo tornare, ha chiamato il Soccorso Alpino

E' stato trovato senza vita Matteo Penasa, quarantenne di Pieve di Bono, alpinista, uscito nella mattinata di domenica 20 gennaio per scalare una cascata di ghiaccio con le basse temperature del primo mattino.

Pale di San Martino: recuperate due alpiniste

La cascata in questione si trova sopra Malga Caino, sulla sinistra orografica del fiume Chiese, nel comune di Cimego. Il padre ha lanciato l'allarme poco dopo le 15.00 chiamando il 112.

Gli uomini del Soccorso Alpino hanno effettuato dei sorvoli in elicottero individuando il corpo alla base della cascata. L'elicottero ha quindi fatto sbarcare i soccorritori, compreso il medico rianimatore, che però non ha potuto fare altro che constatare il decesso. 

Le lesioni riscontrate sulla salma sono compatibili con una caduta da una certa altezza, avvenuta durante la scalata sul ghiaccio, purtroppo fatale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus, medico contagiato in Germania: "Era stato in vacanza in Trentino"

Torna su
TrentoToday è in caricamento