Pastore litiga con il proprietario del pascolo: ha un fucile carico e non dichiarato

Arrestato un pastore 32enne trentino. Il fucile era illegale, canne mozzate, predisposto per un silenziatore e con il colpo in canna

L'arma sequestrata al pastore

Un diverbio che sarebbe potuto finire in tragedia quello avvenuto nei prati di Breguzzo tra un giovane pastore ed il proprietario dei terreni. Quest'ultimo, sentendosi minacciato, ha chiamato i carabinieri. I militari, arrivati sul posto, hanno visto il pastore, 32enne di Lavis, dileguarsi nel buio. Dopo un breve inseguimento  il giovane è stato fermato, ed i militari hanno notato qualcoosa di sttrano sotto la ua auto.

Un oggetto metallico, che si è poi rivelato essere un fucile a canna mozza. Un'arma abusiva: non dichiarata, con matricola cancellata, il calcio segato per essere più facilmente trasportabile, la canna predisposta per l'utilizzo di un silenziatore. I carabinieri di Tione hanno immediatamente sequestrato l'arma ed arrestato il 32enne, portato in camera di sicurezza a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

"La porto con me nel caso dovessi incontrare un orso". Così si è giustificato il pastore. Certo il porto abusivo dell'arma, già di per sè illegale, associato al litigio avuto poco prima con il poprietario dei terreni sui quali pascolavano  le pecore getta un'ombra inquietante sull'episodio. L'arma aveva il colpo in canna.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento