Val dei Mocheni, insulti razzisti e minacce alla pastora etiope Agitu

Dall'Etiopia al Trentino, dove ha restaurato un caseificio e si prende cura delle sue greggi nei pascoli della Val dei Mocheni, ora Agitu è stata oggetto di pesanti minacce

"Brutta negra, te ne devi andare". Ma quei boschi, Agitu, li conosce come le sue tasche, quei luoghi li ha fatti rivivere con il suo lavoro e la sua passione. Qualcuno, evidentemente, non vuole che sia così. Dopo essere stata oggetto per due volte in pochi giorni di una violenta aggressione, condita con frasi razziste, la pastora venuta dall'Etiopia, mochena d'adozione, si è rivolta alle forze dell'ordine.

Minacce razziste alla pastora etiope, la condanna della Presidenza del Consiglio provinciale

Racconta di essere stata spinta a terra, bloccata con il bastone da pastore, minacciata di morte, insultata per il colore della pelle. A subìre le stesse minacce, razziste, è stato anche il suo collaboratore, un ragazzo di colore che lavora con Agitu nel caseificio ricavato da lei nella vecchia scuola di Frassilongo. 

La storia di Agitu è una storia di integrazione, di riscatto, di passione per la montagna e per il lavoro. Ora, purtroppo, le minacce subìte sono simbolo di un'ostilità talmente radicata da sembrare insormontabile. La sua testimonianza è andata in onda al telegiornale di Rai3, dove si vedono anche pochi secondi della seconda aggressione, filmati con il cellulare. A rendere ancora più inquietante la situazione ci sarebe anche una capra ritrovata morta, con lacerazioni che fanno pensare ad un coltello. Ora le forze  dell'ordine faranno luce su questo episodio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento