All'ex lavatoio di via Saluga un nuovo parcheggio bici da 38 posti

Attiva da inizio marzo, i ciclisti hanno a disposizione una nuova struttura per le due ruote, dopo quello aperta nel 2009 in via Dogana a pochi passi dalla stazione ferroviaria. L'utilizzo è gratuito per gli abbonati al trasporto pubblico, urbano ed extraurbano e a Trenitalia

All’ex lavatoio di via Saluga a Trento ora c’è un nuovo parcheggio custodito per 38 biciclette. Attiva da inizio marzo, i ciclisti hanno a disposizione una nuova struttura per le due ruote, dopo quello aperto nel 2009 in via Dogana a pochi passi dalla stazione ferroviaria.

Al suo interno è in funzione un sistema di videosorveglianza, mentre un apposito lettore (quello del trasporto pubblico), vicino al cancello d'ingresso, garantisce il controllo e la gestione degli accessi.

Il loro utilizzo è gratuito per gli abbonati al trasporto pubblico, urbano ed extraurbano e a Trenitalia, mentre è a pagamento per gli altri (abbonamento annuale 50 euro, abbonamento mensile 7 euro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Costruito nel 1928 e utilizzato fino agli anni Sessanta come luogo in cui fare il bucato, l'edificio è stato restaurato di recente. Si trova a pochi metri dal chiosco-edicola e in una posizione strategica, perché in centro città e vicino al punto di interscambio tra le linee urbane ed extraurbane di trasporto pubblico di piazza Venezia e in prossimità del Castello del Buonconsiglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento