Incastrato con il parapendio su un albero, recuperato di notte dal Soccorso Alpino

E' rimasto impigliato con la vela sulla cima di un albero alto più di trenta metri il malcapitato pilota di parapendio recuperato ieri sera dai tecnici del Soccorso Alpino nei boschi sopra Vetriolo, individuato grazie alla fotoelettrica dei Vigili del Fuoco

Intervento in notturna per il Soccorso Alpino della Valsugana-Tesino ieri sera nei boschi sopra Vetriolo. I soccorritori erano alla ricerca di un pilota di parapendio rimasto impigliato con la vela alla cima di un albero. Le difficoltà nella localizzazione del pilota disperso hanno però allungato i tempi delle ricerche e nel frattempo è calata la notte.

E' stato solo grazie ai Vigili del Fuoco locali, intervenuti con una fotoelettrica per illuminare la zona delle operazioni, che i tecnici del Soccorso Alpino sono riusciti ad individuare il punto preciso in cui si trovava il malcapitato sportivo e recuperarlo, sano e salvo ma in stato di ipotermia, dopo essersi arrampicati sull'albero alto più di trenta metri.

soc2-2soc1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

  • Camion si incastra alla Pontara, strada bloccata

Torna su
TrentoToday è in caricamento