Nominato il nuovo direttore dell'Apss: è Paolo Bordon

E' stato reso noto oggi il nome del successore di Luciano Flor alla guida dell'Azienda Sanitaria. Bordon ha 52 anni, è originario di Rovigo, ed è direttore dell'Azienda Sanitaria di Pordenone

Sarà Paolo Bordon, 52 anni, originario di Rovigo, il nuovo direttore dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. Lo ha nominato oggi, su proposta dell’assessore Luca Zeni, la Giunta provinciale. La commissione, incaricata dalla Giunta di effettuare la selezione, ha lavorato nel mese di marzo, vagliando i circa 100 curricula pervenuti alla chiusura del bando. Com'è noto c'era molta attesa per la nomina del nuovo direttore visto che il precedente, Luciano Flor, aveva rassegnato le dimissioni poco dopo essere stato confermato alla guida delll'Azienda. 

Ecco il curriculum del nuovo direttore, diffuso oggi dalla Provincia insieme alla notizia della nomina:

Paolo Bordon

Nato a Rovigo il 01/06/63 da papà friulano e mamma piemontese, si considera friulano a tutti gli effetti avendo vissuto a Udine per la maggior parte della sua esistenza. Si è diplomato al liceo classico Jacopo Stellini di Udine e si è laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Trieste nel 1989. Ha prestato il servizio militare nell'Arma dei Carabinieri a Torino e Trieste e la sua prima esperienza lavorativa è stata la Banca Commerciale Italiana dove ha lavorato in vari servizi amministrativi per 2 anni. Nel 1992 vince il concorso quale Consigliere giuridico presso la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia dove inizia a lavorare presso la Ragioneria generale per poi passare alla Direzione Salute dove inizia il suo percorso professionale nel settore sanitario e socio assistenziale. Nel 1996 fa parte del primo gruppo che costituisce l’Agenzia regionale della Sanità del FVG prestando servizio nell'area dell’Economia sanitaria. Nel frattempo (1996 e 1997) frequenta un corso biennale in management in sanità presso la SDA Luigi Bocconi di Milano. Risale al 1998 il suo primo incarico dirigenziale presso l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 6 Friuli Occidentale di Pordenone divenendo Responsabile del settore Economico finanziario continuando a collaborare con l’Agenzia regionale della Sanità e supportando l’Assessorato regionale nelle riunioni tecniche al Ministero Salute e alla Conferenza Stato Regioni in materia economica.
Dal 2002 al 2004 è Responsabile della Programmazione e Controllo di Gestione e Sistemi Informativi dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli di Gemona del Friuli.
Nel 2004 diventa Direttore amministrativo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine fino a quando non gli viene assegnato dalla Regione FVG il suo primo incarico di vertice ,nel 2007, quale Amministratore Unico del Centro Servizi Condivisi del FVG (Consorzio delle aziende sanitarie e ospedaliere che provvede alla centralizzazione degli acquisti di beni e servizi, gestione del Call Center SSR ed altre attività amministrative).
Dal 2009 al 2013 è Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n 5 Bassa Friulana di Palmanova. Durante tale periodo sviluppa in maniera significativa la rete dei servizi domiciliari ed implementa tale progettualità con accordi specifici con i Comuni del territorio. Dal dicembre 2013 al 31/12/2014 diventa Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera S Maria degli Angeli di Pordenone ed implementa il processo di riorganizzazione dei servizi ospedalieri in
una logica Hub (ospedale di PN) e Spoke con i Presidi ospedalieri di S Vito al Tagliamento e Spilimbergo. Dal 1 gennaio 2015 a tutto oggi è direttore generale della neocostituita Azienda per l’Assistenza Sanitaria n 5 Friuli Occidentale di Pordenone (nata a seguito della riforma sanitaria regionale che ha accorpato le precedenti aziende territoriale ed ospedaliera in un unico soggetto giuridico) con il mandato di realizzare un nuovo ospedale hub di Pordenone e di rivedere i percorsi tra ospedale e territorio in una logica di continuità assistenziale e di presa in carico globale del cittadino.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento