Pianta pericolosa in Trentino, Dallapiccola: "Prodotti chimici per eliminarla"

Sebbene non siano state intraprese azioni costanti di eradicazione sarebbe in fase di sperimentazione una "soluzione chimica" per il problema rappresentato dalla Panace di Mantegazzi, pianta pericolosa presente anche in Trentino

All'apparenza non ha nulla di terrificante, anzi venne importata in Europa dal Causaso a fine '800 come pianta ornamentale, ma l'Heracleum Mantegazzianum, o Panace di Mantegazza è una pianta molto pericolosa. La linfa contiene una sostanza tossica che rende la cute altamente sensibile alla luce del sole, causando, in chi la tocca, vere e proprie ustioni che possono rivelarsi anche molto gravi in soggetti più sensibili come, ad esempio, i bambini.

In Inghilterra la sua diffusione in ambienti selvatici è nota dagli anni '50 ed i tentativi di eradicazione hanno avuto esiti non proprio efficaci visto che la pianta è tutt'ora diffusa. In anni recenti la sua diffusione in Nord Italia ha costretto le ppubbliche amministrazioni a prendere provvedimenti, come in Lombardia dove viene sistematicamente eradicata.

In Trentino diversi esemplari sono stati notati nelle valli orientali. Un video pubblicato su youtube nel 2014 testimonia la presenza di una folto gruppo di esemplari  lungo la statale tra Bellamonte e Paneveggio tutt'ora presente visto che si tratta di una pianta perenne che può raggiungere i 2,5 metri di altezza. In una domanda posta durante il question time alla Giunta provinciale il consigliere della Ual Giuseppe Detomas ha chiesto delucidazioni all'assessore Michele Dallapiccola il quale ha risposto che il personale forestale è stato informato ma che non sono ad oggi state intraprese azioni di contenimento. Sistemi chimici di contrasto alla  diffusione della  pianta sono,secondo quanto ha detto l'assessore, in fase di sperimentazione su aree specifiche. Non risultato ad oggi casi di intossicazione in Trentino. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento