Funivia Trento-Bondone, costo 30-40 milioni di euro

Per la funivia Trento-Bondone servono fra i 30 e i 40 milioni di euro, al netto dei costi di gestione e manutenzione, non ancora stimati. Lo afferma l'assessore ai trasporti Pacher

Per la funivia Trento-Bondone servono fra i 30 e i 40 milioni di euro, al netto dei costi di gestione e manutenzione, non ancora stimati. Lo afferma l'assessore ai trasporti della Provincia di Trento, Alberto Pacher, nella risposta ad un'interrogazione del consigliere Giuseppe Filippin, ipotizzando la realizzazione della tratta a servizio del sobborgo di Sardagna. ''Le prime proiezioni indicano un investimento di 36-40 milioni, ma i costi definitivi dipenderanno dal tipo di soluzione''.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di vincenzo
    vincenzo

    Ideazza!!!!! Con un ritocchino a IMU si trovano i soldi per la realizzazione, con un secondo si racattano anche quelli per la gestione. Bello essere governati con tanta materia grigia. Chissà se Pacher e banda ha mai visto una stazione invernale???? Da queste proposte si direbbe nemmeno in foto. Evviva la spending di Mont.

  • Avatar anonimo di mario
    mario

    Trento , città senza autobus urbani la domenica sera, locali pubblici aperti nei festivi, pochissime corse utili ad attraversare la città da sud a nord  senza soste intermedie per i lavoratori , e pensiamo a collegare il vetusto Bondone con una funivia... in 20 anni molti hotel non hanno neppure ridipinto le persiane.. che vuoi rilanciare? il businnes del tuo amico?

  • Io (18enne) ho una casa in Bondone e in estate lavoro presso un albergo a Vason. Buona l'idea, ma, oltre alla stazione d'arrivo della funivia, cosa trova lassù l'ipotetico usufruitore di questo rilancio del Bondone? Bisognerebbe forse prima rilanciare le attività, un minimo di vita "paesana", altrimenti i proprietari di seconde continueranno (come sta già succedendo) a diminuire, così anche i turisti... Un'opera intelligente se si pensa anche al post viaggio, un fallimento se viene realizzata e lo stato del Bondone in merito alle possibilità di svago o interesse culturale resta tale ad oggi, dove gli alberghi sono dotati di comfort e animazione all day perchè al di fuori c'è il vuoto...

  • Avatar anonimo di Giacomo M.Siro -Brigiano
    Giacomo M.Siro -Brigiano

    Un'opera della cui necesita' credo nessuno possa discutere.Un. rilancio di tutta la montagna.Pila in VAL D'AOSTA e' stata rilanciata. Un servizio pubblico il cui costo sarebbe per circa il 50%a carico UE.Che seriamente implementerebbe il turismo invernale permettendo un facile godimento della citta' e nel contempo della montagna.Ma soprattutto farebbe del Bondone u a montag a a tutto tondo, a tempo pieno.Non il giardinetto dei trentini degli anni '30 che pretendono di tenerlo sotto vuoto spinto.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Regole più severe per gli inquilini Itea: arriva la "patente a punti"

  • Cronaca

    Convegno "Uomini e donne": la polizia carica i contestatori

  • Cronaca

    Monte Altissimo, trovano la neve e sono senza ramponi: recuperati dal Soccorso Alpino

  • Green

    I ragazzi della Marcia per il Clima ripuliscono il fiume

I più letti della settimana

  • Giornata Mondiale della Sindrome di Down: ecco cosa significano i "calzini spaiati"

  • Tragedia a Vezzano: muore investito dal suo camion

  • A Trento quasi una famiglia su due è composta da una sola persona

  • Valsugana: centrato dall'auto al bivio di Levico, muore motociclista

  • Sbranò un bimbo, ora è stata rieducata e adottata: una seconda vita per Asia

  • Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Torna su
TrentoToday è in caricamento