Inquinamento dell'aria, aumenta la concentrazione di ozono

In Trentino, nel mese di maggio, è stato rilevato un moderato indice d'inquinamento dovuto ai primi episodi di smog fotochimico e al conseguente aumento delle concentrazioni di ozono nell'aria

In Trentino, nel mese di maggio, è stato rilevato un moderato indice d'inquinamento dovuto ai primi episodi di smog fotochimico e al conseguente aumento delle concentrazioni di ozono nell'aria. Lo evidenziano i dati raccolti dalla rete provinciale per il controllo della qualità dell'aria dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente. Solo in una occasione, l'11 maggio, si è registrato il superamento della soglia di informazione nelle stazioni di Trento Parco S. Chiara e Piana Rotaliana. I valori registrati sono risultati peraltro solo di poco superiori alla soglia limite di 180 µg/m3. Per quanto riguarda le polveri sottili PM10 e il biossido di azoto, sono state rilevate concentrazioni contenute, al di sotto dei valori limite, in tutte le stazioni di misura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento