Trappole per orso nella zona dell'aggressione

Due trappole a tubo ed un laccio piazzati in zona, agli orsi eventualmente catturati saranno installati un radiocollare ed un microchip

Trappole per orso nella zona di Terlago: dopo l'aggressione di sabato, e la  conseguente ordinanza di rimozione dell'animale firmata dal presidente della Provincia Ugo Rossi, la forestale ha piazzato due trappole a tubo (come quella in foto) ed un sito di cattura con laccio. 

"La procedura - spiega una nota - prevede che l'animale intrappolato venga narcotizzato al fine di consentire alla squadra di cattura di effettuare le operazioni di radiocollarizzazione e il prelievo del materiale genetico, in particolare peli e sangue".

Il profilo genetico dell'orso catturato (ma potrebbero essere anche più esemplari) sarà confrontato con quello ricavato dai peli raccolti nella zona dell'agggressione sabato sera. Solamente quando si riuscirà ad identificare l'orso responsabile si potrà procedere con la rimozione.

Oltre al radiocollare verrà installato un microchip. La vicenda infatti si è complicata quando i sospetti sono ricaduti su KJ2, un'orsa che frequenta da anni la  zona, responsabile di due aggressioni nel 2015, catturata e rilasciata nell'ottobre dello stesso anno. L'orsa però è riuscita in seguito a sfilarsi il radiocollare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento