Caccia all'orsa, LAV: "Il veterinario del caso Daniza fuori dalla squadra"

Non è ancora stata confermata l'identità dell'orsa che sabato sera ha aggredito un uomo di 69 sopra Terlago, ma se dovesse essere KJ2 al danno si aggiungerebbe la beffa: l'esemplare, già protagonista di due aggressioni nel 2015, era stato catturato e rilasciato con radiocollare. Radiocollare che si è sfilato, poichè ad oggi l'orsa non risulta monitorata. L'assessore Dallapiccola intervistato poco fa dal TGR Rai l'ha definito "un animale pericoloso" ed ha spiegato come le operazioni di cattura siano da svolgersi salvaguardando innanzitutto la sicurezza degli operatori.

Riguardo alla squadra che dovrà catturare l'orsa la LAV chiede chiarezza: "Chiediamo che non faccia parte della Squadra del Servizio Foreste e Fauna della Provincia di Trento che sarà chiamato a dare attuazione all’Ordinanza, il Medico Veterinario che ha già condannato Daniza - e per il quale lo stesso veterinario, per non andare a processo,  è stato ammesso all’oblazione dal Tribunale di Trento per il reato di cui all’articolo 727 bis - e chiediamo di sapere da chi sarà composta tale Squadra".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    'Bonus mamma' anche a straniere con permesso di soggiorno: Cgil vince il ricorso

  • Politica

    Nuova Giunta: ecco gli assessori di Fugatti

  • Cronaca

    Resta nel negozio chiuso in pausa pranzo e si trova di fronte i ladri

  • Cronaca

    Fontana del Nettuno: non è stato un atto vandalico, episodio datato

I più letti della settimana

  • Università di Trento in fascia 'A' e con il massimo dei voti: prima in Italia

  • Sulle Dolomiti un minerale finora sconosciuto: la fiemmeite

  • Incidente alle Sarche, nel frontale coinvolti due bambini

  • 'Pane sospeso' per chi non può acquistarlo: in Comune passa la mozione

  • Piedicastello cambia volto, domenica l'inaugurazione della nuova piazza

  • Maltempo, internet ed il ritardo dei media. "Se non sei sui social non esisti"

Torna su
TrentoToday è in caricamento