Si opera alla cistifellea ed entra in coma: sei indagati al Santa Chiara

Lo scorso 14 settembre era entrata all'ospedale Santa Chiara per un'operazione alla cistifellea, una donna di professione medico ne è uscita in stato di coma vegetativo. La Procura indaga per lesioni gravissime

Lo scorso 14 settembre era entrata all'ospedale Santa Chiara per un'operazione alla cistifellea, una donna di professione medico ne è uscita in stato di coma vegetativo. La Procura, il fascicolo è in mano al pm Marco Gallina, ha aperto un'inchiesta e ha chiesto un incidente probatorio: risultano indagati per lesioni gravissime tre medici, un chirurgo e due anestesisti.

Dopo poco meno di tre ore dall'inizio dell'operazione, alla sorella e alle nipoti che aspettavano la donna in sala d'attesa, si presentarono il primario del reparto e l'anestesista dicendo che la dottoressa era in rianimazione, dopo essere rimasta per 20 minuti senza respirare. 
 
Dopo qualche settimana, le sorelle della donna hanno chiesto che un nipote venisse nominato tutore della donna, che ora si trova in una struttura specializzata a Parma ed è totalmente incapace di intendere. Questi ha presentato querela tramite l'avvocato Giuliano Valer che ipotizza errori durante la fase preparatoria dell'intervento. Adesso saranno i periti del pm a cercare la verità e a chiarire se si sia trattato di un errore medico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Pioggia e neve: allerta meteo della Protezione Civile per le prossime 48 ore

Torna su
TrentoToday è in caricamento