Omicidio in via Maccani, c'era una terza persona nell'appartamento

Una terza persona si è presentata come testimone, era presente nella casa al momento dell'omicidio

C'è una terza persona coinvolta, come testimone, nell'omicidio di via Maccani. Una terza persona che avrebbe assistito all'omicidio, e che potrebbe quindi fornire nuove informazioni agli inquirenti sulla notte di domenica 25 marzo quando Salvatore Mulas ha ucciso, per sua stessa ammissione, Andrea Cozzatti, che ospitava nel suo appartamento di via Maccani.

Questo nuovo testimone, secondo quanto riporta Radio NBC (cicca qui) sarebbe un uomo di nazionalità tunisina, che si sarebbbe presentato spontaneamente agli inquirenti come testimone. Avrebbe dichiarato di essere stato presente al momento dell'omicidio, ma in camera da letto. Avrebbe dunque udito le grida della vittima e, una volta uscito dalla camera, lo avrebbe visto a terra in una pozza di sangue. Il tuniino sarebbe quindi scapppato prima dell'arrivo della polizia, dimenticando però il passaporto sul luogo del delitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento