Omicidio di Nago, oggi l'interrogatorio del marito di Eleonora Perraro

I magistrati sentiranno nuovamente il marito, unico indagato per l'omicidio della 43enne, che ha sempre detto di non ricordare nulla

Continua a dire di non ricordare nulla della tragica notte tra giovedì 5 e venerdì 6 settembre Marco Manfrini, il 50enne di Rovereto indagato per l'omicidio dela moglie Eleonora Perraro. Nella giornata di lunedì 9 settembre comparirà davanti ai magistrati per un nuovo interrogatorio nel carcere di Spini di Gardolo, dove si trova rinchiuso in stato di fermo.

Manfrini aveva dato l'allarme all'alba di venerdì scorso dopo aver passato la notte con lei nel giardino del bar Sesto Grado, un olivaia sulla strada panoramica tra Nago e Torbole. I due avevano cenato nel locale e poi avevano chiesto di potersi trattenere nello spazio esterno dopo la chiusura.

L'autopsia: morta per le percosse subite

All'alba l'uomo ha chiamato i soccorsi dicendo di essersi risvegliato accanto al corpo senza vita della moglie. Secondo quanto trapelato riguardo ai rilievi della scientifica sarebbero state trovate tracce di sangue sul tronco di uno degli ulivi del giardino, oltre che sui vestiti dell'uomo.

L'autopsia ha evidenziato ferite sul corpo della donna, in particolare sul viso e sulla nuca, compatibili con una violenta colluttazione. La magistratura tenterà di fare luce sul caso, che ha scosso profondamente l'opinione pubblica trentina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto precipita nella scarpata: morta ragazza di 18 anni

  • Alla guida completamente ubriaca provoca incidente davanti ai carabinieri

  • Scivola e precipita in un dirupo: donna muore sotto gli occhi del marito

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Boscaiolo morto a Tione: è Paolo Valenti, papà di tre figli ed ex calciatore

Torna su
TrentoToday è in caricamento