Sentenza NOT, il direttore Bordon: "Abbiamo bisogno di un nuovo ospedale"

Il direttore dell'Apss dopo la sentenza del Consiglio di Stato: "Non entro nel merito ella sentenza, ma del problema: al Santa Chiara condizioni di comfort inaccettabili"

"Non entro nel merito sella sentenza, ma entro nel  merito del problema: abbiamo bisogno di un nuovo ospedale". Così il direttore generale dell'Azienda sanitaria paolo Bordon ha commentato (clicca qui), ai microfoni di Radio Trentino In Blu, la sentenza ha riportato indietro di sei anni il progetto del NOT, il nuovo ospedale trentino di  cui si parla da un decennio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Santa Chiara è una struttura datata, secondo Bordon, penalizzante per quanto riguarda la logistica ed il comfort. E' proprio questo aspetto "il più deficitario" secondo il direttore di Apss: "Il Santa Chiara non cade a pezzi, è chiaro, però non è il luogo più adatto per sviluppare progetti di sanità moderna - spiega nell'intervista - l'aspetto più rilevante è il comfort alberghiero, con stanze da 4 letti anche senza bagno, insomma standard inaccettabili per il livello di assistenza che vorremo dare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento