I ricercatori scoprono una nuova specie di vipera nelle Alpi

La scoperta di una nuova specie di vertebrato nel Vecchio Continente ha destato la curiosità del mondo scientifico

Nel 2016 il regno animale è ancora tutto da scoprire, non in qualche sperduto arcipelago del Pacifico  ma  nel cuore delle Alpi. La Vipera dei Walser è stata scoperta in una  zona a sud del Monte Rosa, nel Piemonte nord-orientale. E' visivamente molto simile ad altre specie di vipera che popolano le Alpi, ma a livello genetico è  molto diversa, e mostra semmai delle affinità con specie presenti nell'area caucasica.

La scoperta parla anche trentino: due membri del team che ha scoperto la nuova specie lavorano al Muse di Trento, si tratta dei ricercatori Michele Menegon e Samuele Ghielmi, che insieme a colleghi dell'Università di Basilea, di quella di Manchester e della Società di Scienze Naturali Verbano-Cusio-Ossola, hanno documentato la scoperta, pubblicata sul Journal of Zoological Systematics and Evolutionary Research. Il rettile è stato battezzato Vipera dei Walser, in omaggio alla popolazione di lingua germanica che vive nella vallata in cui è stata scoperta, in un'area vasta meno di 500 chilometri quadrati.

La scoperta di un nuovo vertebrato nell'ormai totalmente esplorata ed abitata Europa ha destato molta curiosità nel mondo scientifico e può dare l'idea di quanto ci sia da scoprire a due passi (o quasi) da casa. 

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento