Novaline: scontri tra polizia e No Tav

Prosegue il presidio degli attivisti nelle campagne sopra Mattarello dove una settimana fa è stato allestito quello che dovrebbe essere un cantiere di sondaggio per la futura Alta Velocità. I manifestanti hanno sfondato i cordoni della polizia, che ha reagito con cariche e lacrimogeni, due attivisti si sono arrampicati sulla trivella

foto: Globalproject.info

Scontri tra polizia e manifestanti, con lancio di lacrimogeni, al cantiere TAV delle Novaline sopra Matttarello. Fin dalle prime ore del mattino una quarantina di attivisti si sono radunati lungo la strada che porta al cantiere ed hanno tentato di sfondare il cordone di polizia posto a presidio dell'area. La polizia ha caricato i manifestanti  e lanciato  lacrimogeni per disperdere la folla.

E' successo circa un'ora fa e la manifestazione è ancora in corso. In questo momento due attivisti si sono arrampicati sulla trivella ed è probabille che gli agenti debbano intervenire con la forza per farli scendere.

Continuano le proteste contro i carotaggi dell'Alta Velocità dunque, dopo quelle di venerdì scorso quando una ventina di No Tav sono stati portati in Questura, ed alcuni di loro sono stati denunciati per danneggiamenti. Sabato prossimo è previsto a Trento un corteo  di protesta sotto al palazzo della Provincia responsabile, secondo gli attivisti, di tenere segreti luoghi e tempi dei lavori. (foto via twitter: globalpoject.info)CTMJikJWoAAGWfH-2CTMVLenWEAEpi7y-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

Torna su
TrentoToday è in caricamento