Al Museo Retico di Sanzeno va il machio Family

Il riconoscimento viene dato ai musei che facilitano l'accesso e la visita ai nuclei famigliari e ai bambini, con progetti ad hoc e tariffe agevolate

Il Museo Retico di Sanzeno

Il Museo Retico di Sanzeno ottiene come riconoscimento il machio Family. Dopo il Museo delle Palafitte di Fiavé, anche il centro per l’archeologia e la storia antica della Val di Non, ha ottenuto l'assegnazione. Si tratta di un titolo che viene dato a quelle strutture che facilitano l'approccio ai musei ai nuclei famigliari e ai più piccini.

Il riconoscimento ottenuto evidenzia l'impegno dimostrato nell'offerta della didattica nell’esposizione e nell’attenzione dei curatori nei confronti delle famiglie, mettendo a disposizione servizi e modalità di visita adeguati alle loro esigenze. Offrono inoltre facilitazioni quali tariffe agevolate e spazi dedicati all’accoglienza, un lungo il percorso espositivo postazioni allestite appositamente per i visitatori più piccoli. Si tratta di espositori “a portata di bambino” con mappe e schede colorate che invitano ad osservare e riconoscere i reperti in mostra, facendo una divertente caccia al reperto.

Ecco allora che la visita al museo si trasforma in un giocoso viaggio nel passato per conoscere come vivevano gli antenati. Ad ogni famiglia viene consegnato il libretto “Il mio museo al museo”: assieme al piccolo Auilpo e al suo fedele amico Kut i bambini potranno seguire le tracce del cavaliere retico di Sanzeno e scoprire tutti i segreti del museo. Alle famiglie vengono inoltre proposti laboratori, attività e visite guidate appositamente strutturati.

Per l'imminente anno scolastico i Servizi Educativi della Soprintendenza offrono specifici laboratori e percorsi didattici per scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado. Per gli insegnanti è a disposizione uno sportello informativo per personalizzare i percorsi in base alle esigenze delle singole classi. Novità di quest'anno è il percorso storico-naturalistico nell'affascinante gola del santuario di San Romedio, realizzato in collaborazione con la Rete trentina di educazione ambientale per lo sviluppo sostenibile dell'APPA.

Orario:
dal 20 giugno al 20 settembre: da martedì a domenica ore 10-18, chiuso lunedì;
dal 21 settembre al 30 novembre e dal 1° marzo al 19 giugno: sabato, domenica e giorni festivi
ore 14-18. Chiuso gennaio, febbraio, 1° novembre, dicembre.
Ingresso: € 3,50 ridotto € 2,50 gratuito fino ai 14 anni
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento