Morti in motoslitta sul Cermis, la causa dell'incidente è l'imprudenza

Queste le prime conclusioni delle indagini condotte dalla Procura di Trento. Il tasso alcolemico dell'albergatore russo, che era alla guida del mezzo e che risulta l'unico indagato per omicidio colposo plurimo

La tragedia del Cermis non si può attribuire all'abuso di alcolici da parte del conducente della motoslitta, ma ad un comportamento imprudente. Queste le prime conclusioni delle indagini condotte dalla Procura di Trento. Il tasso alcolemico dell'albergatore russo, che era alla guida del mezzo e che risulta l'unico indagato per omicidio colposo plurimo, era di poco superiore al limite consentito, ha detto all'Ansa il procuratore capo di Trento, Giuseppe Amato.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento