Val di Fassa, sequestrate le motoseghe "pericolose" vendute porta a porta

"Di dubbia provenienza e di scarsa affidabilità, vendute sottocosto con la promessa di un buon affare"n spiegano gli agenti della Polizia Locale della Val di Fassa, che hanno sequestrato la merce e multato il venditore

Motoseghe con marchi falsi, di pessima qualità. Pezzi "di dubbia provenienza, imitazioni di fabbricazione cinese di  pessima fattura e scarsa affidabilità" secondo gli agent della Polizia Locale della Val di Fassa, particolare non di poco conto quando si parla di attrezzatura da maneggiare con cura. Gli agenti hanno multato il venditore che le proponeva, andando di porta in porta, nei paesi della valle. Sanzione da 3.000 euro per  commercio abusivo, e sequestro del materiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Casa gratis in cambio di volontariato: ecco il bando

  • Tensione tra dipendenti e la coordinatrice nella casa di riposo: 'la rossa della val di Rabbi' già travolta da uno scandalo in Trentino

  • Frontale in galleria: muore un ragazzino di 11 anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento