Chiedono in prestito la moto e rubano i pezzi, denunciati

Un 34enne trentino ed un 60enne veneto hanno restituito al proprietario la moto senza alcuni pezzi

E' stato denunciato a piede libero un 34enne di Caldonazzo, capo cantiere edile, per appropriazione indebita. Insieme ad un operaio veneto sessantenne avrebbe rubato, tecnicamente sottratto, parti di una moto d'epoca ad un imprenditore di Oderzo. 

I due avevano chiesto in prestito all'imprenditore la moto, una corss marca Mayco, per una corsa sportiva  con veicoli d'epoca. Dopo la gara avevano restituito il  motociclo, ma ben presto il proprietario s'è accorto che mancavano parti meccaniche ed addirittura pezzi della carrozzeria. 

Si è rivolto dunque ai carabinieri di Fontanafredda, i quali hanno contattato i colleghi di Roveredo in Piano, dove si trova il garage adibito ad officina dell'operaio 60enne. Qui hanno trovato il serbatoio, le ruote, le forcelle e gli ammortizzatori della moto in questione. L'uomo è stato denunciato, e con lui, in qualità di compplice, il 34enne trentino. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini a Pinzolo: "Reintrodurre la leva militare"

  • Cronaca

    Dispersi nella neve al Refavaie, salvati dal Soccorso Alpino

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Cronaca

    La tuta alare non si apre, muore base jumper

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • La tuta alare non si apre, muore base jumper

  • Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

Torna su
TrentoToday è in caricamento