Si lancia con la tuta alare e precipita nel vuoto per 300 metri: morto jumper 31enne

Il tragico incidente nel pomeriggio di sabato a Sass Pordoi

Immagine repertorio

Si è lanciato con la tuta alare, ma qualcosa è andato storno ed è precipitato per 300 metri per poi schiantarsi contro i ghiaioni, morendo sul colpo. Tragico incidente nel pomeriggio di sabato 8 giugno a Sass Pordoi (Canazei, Val di Fassa), dove un base-jumper inglese di 31 anni ha perso la vita. 

L'incidente mortale

Secondo quanto riferito dal soccorso alpino, la vittima era salita con la funivia per poi lanciarsi nel vuoto con la tuta alare dalla vetta della montagna. L'uomo però, prima di riuscire ad aprire la vela, è andato a sbattere contro le rocce, precipitando in un canalone di neve. 

A dare l'allarme è stata un'amica del giovane, che si era lanciata prima di lui e non l'aveva più visto arrivare nella zona di atterraggio a Passo Pordoi. Sul posto è intervenuto il Soccorso Alpino Alta Fassa, con l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites, che si è calato alla base del Sass Pordoi per recuperare il corpo ormai senza vita del 30enne: il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento