Escursionista trentino precipita e muore sulle montagne bellunesi

E' stato ritrovato in fondo ad un canalone roccioso, nell'Agordino, il corpo senza vita di un escursionista di Canal San Bovo. A lanciare l'allarme è stato il fratello

Un escursionista trentino è morto sulle montagne dell'Agordino nel pomeriggio di ieri. L'uomo, 62 anni di Canal San Bovo, si trovava vicino a "el Cor", singolare formazione rocciosa a forma di cuore, nella zona delle Pale di San Lucano. Un'escursione in solitaria, accompagnato solamente dal cane. Partito al mattino presto da casa, non vi ha più fatto ritorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo contatto risale alle 11 del mattino di ieri quando l'escursionista ha mandato una foto scattata nella zona in cui si trovava in quel momento, particolare risultato poi di grande utilità per le ricerche. Il fratello non vedendolo rientrare ha dato l'allarme. Subito gli uomini del Soccorso Alpino di Agordo e della Val Biois, insieme alla squadra di soccorso della Guardia di Finanza di Cortina si sono messi sulle sue tracce. Purtroppo le ricerche hanno portato a rintracciare il  corpo senza vita dell'escursionista, in fondo ad un dirupo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento