Moena: 200 volontari al lavoro, riaperta la circonvallazione

Vigili del Fuoco dal Primiero, Tesino e Cembra, oltre che dalle valli di Fiemme e Fassa, per ripulire il paese. Al lavoro anche Croce Rossa, Polizia Locale, carabinieri e tanti privati cittadini

Moena oggi, 4 luglio, il giorno dopo l'alluvione

Vigili del Fuoco da tutto il Trentino sono accorsi in aiuto dei colleghi della Val di Fassa e della Val di Fiemme a Moena, dove ieri si è verificato un violento nubifragio che ha causato allagamenti nelle cantine di abitazioni ed hotel, e fiumi  di fango nelle strade: 145 millimetri di acqua in poco meno di un'ora, il triplo rispetto ad un normale temporale estivo.

Vigili del Fuoco dal Primiero, dal Tesino e dalla Valsugana sono al lavooro per ripristinare la viabilità e liberare i locali allagati. Nel frattempo una cinquantina di persone è stata evacuata ed anche alcuni turisti sono stati sppostati presso altri alberghi. 

La macchina della Protezione Civile si è messa in moto e gestisce l'emergenza nei minimi dettagli: oggi sarà svolto un servizio straordinario di raccolta rifiuti per rimuovere materiali ingombranti nelle cantine allagate. Il sindaco raccomanda a tutti di usare l'acqua con parsimonia, in via precauzionale. 

Tanti privati cittadini, a anche i carabinieri e gli agenti della Polizia Locale, sono al lavoro in queste ore per ripulire il paese dal fango, mentre la Croce Rossa si occupa del supporto alle persone sfollate e del presidio medico avanzato allestito presso il campo sportivo. La Protezione civile del Trentino sta ripulendo l’alveo del rio Costalunga, la cui esondazione ha portato su Moena il fiume di acqua e fango. In tutto sono più di 200 le persone al lavoro.

La situazione più difficile rimane sulla Statale 346 del passo di San Pellegrino, che collega Moena a Falcade, interessata da una frana che ha danneggiato la carreggiata. Nessun problema invece per raggiungere la val di Fassa: la circonvallazione di Moena è stata riaperta con traffico unico alternato. Sono sempre rimasti aperti gli altri accessi alla valle, attraverso le statale dolomitiche da Carezza Passo Costalunga, Fedaia e Pordoi, e Passo Sella.

Il servizio di trasporto pubblico è funzionante. Le previsioni meteo danno ancora tempo instabile, con possibili temporali, ma si va verso un miglioramento. Per la giornata di domani sono previsti temporali più diffusi ma di minore intensità.

Alle ore 13.00 è arrivata dalla provincia la comunicazione della riapertura della viabilità del paese: 

Da pochi minuti è riaperta, con un senso unico alternato, la circonvallazione di Moena che garantisce il collegamento con la val di Fassa. Resta invece chiusa la Statale 346 del Passo di San Pellegrino, che porta a Falcade, interrotta da due smottamenti

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Sub tenta di battere il record nel Garda ma muore durante l'immersione

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento