La Fondazione Mach studia l'aria di un'ex miniera per curare l'asma

Da luoghi malsani, asfittici e polverosi, a luoghi di cura: la Fondazione Edmund Mach studia la purezza dell'aria nelle ex miniere per progetti di "speleoterapia". Attualmente è in corso uno studio in una miniera abbandonata in Val Trompia, in provincia di Brescia, che potrebbe diventare una "clinica" per l'asma

Un tempo erano luoghi malsani, la  presenza di polveri e la scarsità di ossigeno causavano malattie croniiche, anche mortali, a chi vi lavorava: oggi le miniere, abbandonate, possono curare le  malattie respiratorie come l'asma. Gli studiosi della Fondazione Edmund Mach sono al  lavoro in un'ex miniera in Val Trompia,  in provincia  di Brescia, per capire se vi siano le condizioni favorevoli alla realizzazione di un centro di speleoterapia, letteralmente una cura in grotta.

L'isolamento dall'ambinte esterno costituisce oggi una risorsa che potrebbe essere sfruttata a livello sanitario, come già accade nelle ex miniere  della Valle Aurina in Alto Adige. Il punto di misurazione della purezza dell'aria si  trova oltre un chilometro  all'interno della  montagna nell'ex miniera di Sant'Aloisio di Collio. Per verificare le condizioni ambientali e l’idoneità del luogo ad uso terapico, in uno dei corridoi della miniera è stato installato un sito di analisi aerobiologiche. I macchinari acquisiscono in continuo un campione d'aria che consente di individuare l'eventuale presenza di pollini e spore fungine: in una grotta ci si attende che queste componenti, che possono essere causa di problemi respiratori, siano pressoché nulle.

Un ulteriore campionamento svolto mensilmente mira a caratterizzare la qualità microbiologica dell'aria, verificando la presenza di muffe, lieviti e batteri. Le stesse analisi vengono contemporaneamente effettuate all'esterno della miniera, per poter effettuare un confronto con l’area aperta circostante. Lo studio, iniziato quest’estate, si protrarrà per 12 mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

Torna su
TrentoToday è in caricamento