Tragedia nei boschi: cacciatore ucciso dal colpo di un amico, partito per errore

Battuta di caccia finita in tragedia ieri nei boschi della Val Rendena: la vittima, Michele Penasa di 71 anni, uccisa dal fucile dell'amico

Una battuta di caccia finita in tragedia: è questa la ricostruzione finale dei carabinieri  di Riva del Garda di quanto accaduto ieri sera nei boschi di malga Calvera, sopra Vigo Rendena. I tre cacciatori si stavano preparando per tornare a casa dopo un appostamento, quando è partito il colpo, per sbaglio. Un colpo fatale per Michele Penasa: 71 anni, residente a Verdesina ma originario della val di Rabbi, cacciatore e guardiacaccia, gestore insieme ai figli di un ristorante di Tione.

Erano circa le 20, i tre si trovavano a 1200 metri di quota, in un momento di convivialità dopo una battuta di caccia, prima di scendere  a valle. L'uomo è stato raggiunto dal proiettile all'addome. Gli altri due hanno immediatamente chiamato il 118, ma i soccorsi, arrivati in elicottero da Trento, si sono purtroppo rivelati vani. I carabinieri hanno sentito gli unici due testimoni del fatto. Il possessore dell'arma è ora indagato per omicidio colposo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

Torna su
TrentoToday è in caricamento