Affitti in calo, Uil: "Situazione accidentale dovuta a proprietari ricchi che cambiano casa"

La stampa ha recentemente dato risalto alla notizia secondo la quale i prezzi degli affitti sarebbero in ribasso a TTrento: c'è poco da gioire in realtà, almeno secondo la Uil che interviene nella questione sollecitando l'assessore Daldoss ad attivare il fondo promesso

Prezzi in ribasso nel mercato immobiliare, anche in Trentino: non c'è da gioire troppo però, almeno secondo la Uil che inuna nota divulgata oggi vede l'abbassamento dei prezzi come "contingente ed accidentale" e legato a "proprietari più o meno abbienti che, dovendo acquistare un'abitazione migliore, sono disposti a cedere quella vecchia ad un prezzo più basso".

In realtà secondo quanto denuncia la Uil sarebbero sempre di più le famiglie che si rivolgono al sindacato per ottenere una casa sociale tramite Itea, società pubblica per la quale si attende una nuova governance. "Il tema dell'edilizia sociale è rimasto per troppo tempo ai margini delle discussioni di giunta - si legge nella nota - ci si augura che le amministrazioni locali si attivino senza aspettare una magia del mercato che faccia ulteriormente scendere i prezzi".

LaUil si rivolge all'assessore carlo Daldoss sollecitandolo ad attivare il Fondo di garanzia promesso ad inizio legislatura, ed a rifinanziare il contributo ad integrazione del canone per il quale si prevede invece una riduzione delle famiglie beneficiarie pari al 40% in due anni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coltiva marijuana in un campo, a casa ne ha quasi un quintale: arrestato insospettabile 47enne

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento