Mensa universitaria, gara pilotata: indagati due professori e cinque architetti

Due docenti dell'Università di Trento e cinque giovani professionisti indagati con l'accusa di aver pilotato incarichi per 18.000 euro

Terremoto all'Università di Trento. Sono sette gli indagati, tra cui due docenti e cinque giovani architetti, che dovranno rispondere del reato di "turbamento degli incanti" nella gara di progettazione della nuova mensa dell'ateneo a Trento Fiere.

Ammonta a 18.000 euro l'entità degli incarichi che i sette, secondo l'accusa, si sarebbero "spartiti". Una cifra  non certo astronomica, a l'accusa è pesante: aver pilotato la gara per ottenere l'incarico.

Accusa ancor più grave dal momento che si tratta di persone interne all'Università. Tra gli indagati figura anche il professor Mosè Ricci, uno dei docenti più conosciuti della Facoltà di Mesiano, dove insegna progettazione ed architettura del paesaggio presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale. Per lui  la Procura ha richiesto l'inerdizione dai pubblici uffici per un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento