Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Sui registri del Santa Chiara figura il nome di un collega, ma il medico avrebbe comunque operato la moglie. Intervento andato a buon fine, non così la vicenda giudiziaria

E' stato condannato per falso in atto pubblico il medico che, all'ospedale Santa Chiara di Trento, operò la moglie in incognito. Sulle carte, infatti, il nome registrato è quello di un collega, al quale il medico condannato si sarebbe sostituito all'ultimo minuto. Al momento dell'operazione, infatti, non lavorava più nell'ospedale trentino.

L'intervento, va detto per dovere di cronaca, è andato a buon fine. Non così la vicenda sul versante giudiziario che, dopo la denuncia da parte dell'Azienda Sabnitaria, si è conclusa con la condanna a cinque mesi e venti giorni di reclusione per il medico, pena poi sospesa.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

Torna su
TrentoToday è in caricamento