Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Sui registri del Santa Chiara figura il nome di un collega, ma il medico avrebbe comunque operato la moglie. Intervento andato a buon fine, non così la vicenda giudiziaria

E' stato condannato per falso in atto pubblico il medico che, all'ospedale Santa Chiara di Trento, operò la moglie in incognito. Sulle carte, infatti, il nome registrato è quello di un collega, al quale il medico condannato si sarebbe sostituito all'ultimo minuto. Al momento dell'operazione, infatti, non lavorava più nell'ospedale trentino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento, va detto per dovere di cronaca, è andato a buon fine. Non così la vicenda sul versante giudiziario che, dopo la denuncia da parte dell'Azienda Sabnitaria, si è conclusa con la condanna a cinque mesi e venti giorni di reclusione per il medico, pena poi sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti, schianto violentissimo con un cervo: morto motociclista

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Con il furgone contro una corriera: muore sul colpo

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Azienda trentina brevetta una macchina che produce 70.000 mascherine al giorno

Torna su
TrentoToday è in caricamento