Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Sui registri del Santa Chiara figura il nome di un collega, ma il medico avrebbe comunque operato la moglie. Intervento andato a buon fine, non così la vicenda giudiziaria

E' stato condannato per falso in atto pubblico il medico che, all'ospedale Santa Chiara di Trento, operò la moglie in incognito. Sulle carte, infatti, il nome registrato è quello di un collega, al quale il medico condannato si sarebbe sostituito all'ultimo minuto. Al momento dell'operazione, infatti, non lavorava più nell'ospedale trentino.

L'intervento, va detto per dovere di cronaca, è andato a buon fine. Non così la vicenda sul versante giudiziario che, dopo la denuncia da parte dell'Azienda Sabnitaria, si è conclusa con la condanna a cinque mesi e venti giorni di reclusione per il medico, pena poi sospesa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Volotea: due nuove destinazioni dall'Aeroporto Catullo

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Infortunio sul lavoro a Grigno, precipita per cinque metri e si schianta al suolo: grave

  • Scende con l'auto dal Castello di Arco e si schianta: grave una donna di 48 anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento