Martin Faraglia, roveretano, a 13 anni è il più giovane radioamatore italiano

Ha partecipato a diversi contest in Europa ed a novembre trasmetterà il suono della Campana dei Caduti in tutto il mondo. Oggi anche per lui la prima campanella, ovviamente all'Istituto Marconi

Martin Faraglia è un ragazzo di 13 anni che abita a Rovereto. Oggi si è seduto in classe, insieme a tanti altri compagni, per il suo primo giorno di scuola superiore all'Istituto Guglielmo  Marconi di Rovereto. Non poteva che essere intitolata al padre della radio la scuola scelta da Martin, appassionato radioamatore fin da bambino. Figlio d'arte (il padre Cristian è presidente della sezione roveretana dell'Associazione Italiana Radioamatori) Martin può ben dire di essere il più giovane radioamatore d'Italia: ha messo le sue competenze e la sua passione al servizio di grandi eventi come il Rally di San Martino, il Palio delle Zattere di Rovereto, è stato invitato al 29° International Marconi Day e recentemente ha trasmesso dalla stazione HV0A della Città del Vaticano  con più di 350 collegamenti in tre ore. A novembre sarà  uno degli  operatori che trasmetteranno dalla ala radio della Campana dei Caduti sul Colle di Miravalle per portare anche attraverso la radio il suono dellla campana della pace in tutto il mondo.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento