Cade in un crepaccio sulla Marmolada: recuperato dal Soccorso Alpino

Attimi di paura per un gruppo di alpinisti lungo la Via Normale quando uno di loro è caduto in un crepaccio del ghiacciaio

Intervento a 3000 metri sul ghiacciaio della Marmolada per gli uomini dell'Area operativa del Trentino settentrionale del Soccorso Alpino. L'allarme è scattato attorno alle 11.30 di domenica 1 settembre quando un gruppo di alpinisti bresciani ha chiamato il 112 per un compagno di cordata gravemente ferito.

I quattro stavano salendo a Punta Penia lungo la Via Normale. L'uomo ha messo il piede in fallo cadendo in un crepaccio sotto gli occhi degli amici. Fortunatamente i compagni di cordata sono riusciti a trattenerlo e a riportarlo in superficie. Cadendo però si è procurato quella che poi è risultata essere una frattura alla gamba. Il dolore non gli permetteva di proseguire.

L'elisoccorso, levatosi in volo da Trento, ha raggiunto il ghiacciaio in pochi minuti. Il tecnico del Soccorso Alpino e l’equipe medica sono stati verricellati sul luogo dell’incidente e, dopo aver prestato le prime cure mediche, sono stati imbarcati a bordo del velivolo con il paziente. L’uomo è stato quindi trasportato all’ospedale di Cavalese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

  • Coronavirus: famiglia lombarda in Trentino positiva al test

Torna su
TrentoToday è in caricamento