Cade in un crepaccio sulla Marmolada: recuperato dal Soccorso Alpino

Attimi di paura per un gruppo di alpinisti lungo la Via Normale quando uno di loro è caduto in un crepaccio del ghiacciaio

Intervento a 3000 metri sul ghiacciaio della Marmolada per gli uomini dell'Area operativa del Trentino settentrionale del Soccorso Alpino. L'allarme è scattato attorno alle 11.30 di domenica 1 settembre quando un gruppo di alpinisti bresciani ha chiamato il 112 per un compagno di cordata gravemente ferito.

I quattro stavano salendo a Punta Penia lungo la Via Normale. L'uomo ha messo il piede in fallo cadendo in un crepaccio sotto gli occhi degli amici. Fortunatamente i compagni di cordata sono riusciti a trattenerlo e a riportarlo in superficie. Cadendo però si è procurato quella che poi è risultata essere una frattura alla gamba. Il dolore non gli permetteva di proseguire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'elisoccorso, levatosi in volo da Trento, ha raggiunto il ghiacciaio in pochi minuti. Il tecnico del Soccorso Alpino e l’equipe medica sono stati verricellati sul luogo dell’incidente e, dopo aver prestato le prime cure mediche, sono stati imbarcati a bordo del velivolo con il paziente. L’uomo è stato quindi trasportato all’ospedale di Cavalese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento