In marcia per Eleonora da Nago al bar dell'omicidio

Marcia silenziosa: un gesto forte per dire 'basta' di fronte all'ennesima morte, che ha lasciato sgomenti i cittadini di tutto l'Alto Garda

Eleonora Perraro, uccisa nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5 settembre a Nago

Sarà il silenzio "l'arma" con la quale la comunità dell'Alto Garda vuole esprimere tutto il dolore e lo sconcerto per l'ennesimo caso di femminicidio a livello nazionale. Eleonora Perraro è stata trovata senza vita nel giardino di un bar sulla strada panoramica tra Nago e Torbole, l'unico indagato è il marito, che ha passato con lei la notte all'esterno del locale, e che all'alba ha dato l'allarme. 

Eleonora uccisa a botte, indagato il marito

In carcere, Marco Manfrini, continua a non rispondere. I cittadini dell'Alto Garda invece vogliono dare una risposta, silenziosa ma forte, di fronte ad una morte che ha lasciato tutti sgomenti. Una marcia silenziosa da Nago fino al luogo del delitto: questo l'appuntamento lanciato per domenica 15 settembre alle 14.30. Un appuntamento informale, ma al quale parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni, in primis il sindaco di Arco Alessandro Betta ed il consigliere Tommaso Ulivieri, che nei giorni scorsi avevano auspicato una presa di posizione dei Comuni sul tema.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento