Orse con cuccioli: la Provincia mette online la mappa, che non si può ingrandire

Una mappa statica anzichè interattiva, e una delle aree dove è stata segnalata un'orsa con cuccioli copre mezzo Bondone: l'iniziativa rischia di essere poco fruibile

Per ora i cerchi blu che evidenziano le aree, di 4 chilometri di raggio, in cui sono state avvistate femmine di orso con cuccioli sono solo due, ma la mappa lanciata sul sito istituzionale orso.provincia.tn.it promette di arricchirsi con le segnalazioni di altre cucciolate in vista dell'estate 2017. Uno strumento utile ma che secondo noi presenta almeno due punti deboli, per poter essere realmente efficace: la mappa non si può ingrandire ed in secondo luogo non è specificato quale sia il livello di allarme all'interno delle aree in questione.

Il raggio di 4 chilometri rischia di essere un'indicazione piuttosto vaga: se si va indietro nel tempo, alle segnalazioni del biennio precedente (2015-2016)  si scopre che praticamente tutto il Trentino occidentale è ricoperto da cerchi che indicano zone abitate da orse con cuccioli, quindi potenzialmente pericolose. Ancora una volta non è possibile ingrandire la mappa e ci si deve quindi accontentare di osservare "dall'alto" una mappa molto generale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quale comportamento tenere all'interno delle aree segnate? Non si tratta certo di aree off-limits: "sapere in anticipo se la zona in cui si intende effettuare un’escursione è in quel periodo nota per essere frequentata da femmine con cuccioli può essere utile ad avere maggiore consapevolezza su come comportarsi. Ciò non significa che queste aree devano essere evitate, ma piuttosto che, soprattutto in esse, è importante muoversi in modo che la nostra presenza possa essere percepita con buon anticipo dal plantigrado, facendo dunque rumore e cercando di non “spuntare all’improvviso”, soprattutto in aree dove l’animale può faticare a sentirci o fiutarci per tempo". Si tenga però presente che la zona di "attenzione" del Monte Bondone va dal versante meridionale del Palon praticamente fino al Monte Cornet, inclusa tutta la zona delle Viote. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento