Mancata accoglienza, da Trento una denuncia al Ministero dell'Interno

L'Assemblea antirazzista denuncerà quelle che vengono definite come le prassi "illegittime del Commissariato del Governo e della Questura (con l'avallo della Provincia di Trento) di mancata accoglienza dei richiedenti asilo arrivati in modo autonomo"

Senza tetto al Centro Santa Chiara, Trento (foto Assemblea antirazzista)

L'Assemblea antirazzista di Trento denuncerà quelle che vengono definite come le prassi "illegittime del Commissariato del Governo e della Questura (con l'avallo della Provincia di Trento) di mancata accoglienza dei richiedenti asilo arrivati in modo autonomo nel territorio". In una conferenza stampa in programma venerdì - si legge in una nota - verrà illustrato l'atto di denuncia formalizzato grazie l'avvocato Giovanni Guarini da un giovane richiedente asilo afghano nei confronti del Ministero dell'Interno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarà inoltre illustrato l'appello "Nessuna persona deve rimanere in strada: casa, accoglienza e dignità, riconoscimento e rispetto", che si propone di costruire una rete solidale con l'obiettivo di mettere a disposizione posti letto e trovare locali idonei per ospitare richiedenti asilo in attesa di entrare nel sistema d'accoglienza, rifugiati fuoriusciti dai progetti per effetto della Legge Salvini, cittadini stranieri o italiani che si ritrovano senza casa. La richiesta fatta alle istituzioni è di aumentare nel più breve tempo possibile i posti letto dei dormitori di bassa soglia, dal momento che, a fronte di circa 400 persone senza fissa dimora, i posti letto attualmente disponibili per un periodo limitato sono solo 192. L'assemblea chiede anche di "andare oltre la logica del servizio di bassa soglia per aprire una riflessione seria sulla povertà e su come rendere effettuale il diritto all'abitare di ogni persona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento