Maia non ce l'ha fatta: dopo il piccolo Christian muore anche la giovane mamma

Dopo Christian, il neonato di 28 settimane fatto nascere prematuramente e morto in seguito alle sofferenze cerebrali, non ce l’ha fatta neanche Maia, la mamma di 28 anni residente a Roncafort e rimasta soffocata da un boccone di cibo sabato scorso

Dopo Christian, il neonato di 28 settimane fatto nascere prematuramente e morto in seguito alle sofferenze cerebrali, non ce l’ha fatta neanche Maia, la mamma di 28 anni residente a Roncafort e rimasta soffocata da un boccone di cibo sabato scorso. Troppo gravi i danni celebrali, la donna è spirata un giorno dopo il suo bambino, Christian, che i medici avevano deciso di far nascere prematuramente in seguito all’incidente domestico nel tentativo disperato di salvargli la vita. L’allarme era scattato sabato scorso quando la giovane donna incinta era rimasta per lunghissimi istanti senza respirare. Poi la corsa in ospedale e la decisione di far nascere il bimbo di 28 settimane. Infine la morte prima del piccolo e poi della mamma.
 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento