Maia non ce l'ha fatta: dopo il piccolo Christian muore anche la giovane mamma

Dopo Christian, il neonato di 28 settimane fatto nascere prematuramente e morto in seguito alle sofferenze cerebrali, non ce l’ha fatta neanche Maia, la mamma di 28 anni residente a Roncafort e rimasta soffocata da un boccone di cibo sabato scorso

Dopo Christian, il neonato di 28 settimane fatto nascere prematuramente e morto in seguito alle sofferenze cerebrali, non ce l’ha fatta neanche Maia, la mamma di 28 anni residente a Roncafort e rimasta soffocata da un boccone di cibo sabato scorso. Troppo gravi i danni celebrali, la donna è spirata un giorno dopo il suo bambino, Christian, che i medici avevano deciso di far nascere prematuramente in seguito all’incidente domestico nel tentativo disperato di salvargli la vita. L’allarme era scattato sabato scorso quando la giovane donna incinta era rimasta per lunghissimi istanti senza respirare. Poi la corsa in ospedale e la decisione di far nascere il bimbo di 28 settimane. Infine la morte prima del piccolo e poi della mamma.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento