Malore dopo la dose: insieme al 118 arrivano i carabinieri, denunciato

Crisi convulsiva dopo essersi iniettato l'eroina, l'uomo è stato curato in ospedale e contemporaneamente denunciato per spaccio: avrebbe infatti offerto una dose all'ammico

Insieme all'ambulanza è arrivata anche la gazzella dei carabinieri alla porta di un 30enne di Arco, colto da crisi convulsiva dopo essersi iniettato una dose  di eroina. A chiamare il 118 è stato un amico che era con lui la sera di lunedì scorso. I carabinieri hanno perquisito l'abitazione trovando 2 grammi di eroina, oltre a 3 siringhe ed un bilancino di precisione. L'uomo è stato curato presso l'ospedale di Rovereto; è stato dimesso poche ore dopo per ritrovarsi immediatamente denunciato. L'accusa è quella di spaccio poichè avrebbe offerto una dose di eroina all'amico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento