Malaria, i periti della Procura confermano: Sofia contagiata al Santa Chiara

Anche secondo i consulenti veronesi della Procura di Trento il contagio della piccola Sofia, morta di malaria il 4 settembre scorso, sarebbe avvenuto in ospedale. I consulenti della Procura sono giunti alle stesse conclusioni dei colleghi che hanno analizzato la situazione per conto del Ministero. La Procura di Trento otterrà la relazione completa entro fine mese. E’ stato confermato che il ceppo di malaria che ha ucciso Sofia è lo stesso riscontrato in una delle due bambine africane ricoverate nello stesso periodo all’ospedale trentino. Dovendo escludere che il contagio possa essere avvenuto da una zanzara autoctona o importata, l’unica ipotesi possibile resta quindi l’errore sanitario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento