Malaria: altri tre indagati nell'inchiesta sulla morte della piccola Sofia

Archiviazione respinta, nuovi accertamenti, ed il numero degli indagati sale a 4 includendo anche un medico dell'ospedale S. Chiara

Nuova inchiesta e nuovi indagati nella vicenda giudiziaria sul caso di malaria all'interno dell'ospedale S. Chiara di Trento, dove due anni fa perse la vita una bambina di 4 anni, Sofia Zago.

Nell'ottobre del 2018, dopo un anno di minuziose indagini e complesse analisi, la Procura chiese l'archiviazione. Richiesa che avrebbe chiuso con un risarcimento civile per la famiglia, ma senza ammissioni di colpa. 

Il gip Marco La Ganga ha però respinto la richiesta di archiviazione disponendo nuovi approfondimenti che vedono coinvolti, oltre all'infermiera inizialmente indagata, anche altre due colleghe del repatro pediatrico ed un medico, ora in pensione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti e quattro erano in servizio nei giorni in cui la piccola contrasse la malattia nell'ospedale. Fatto, quest'ultimo, accertato nelle indagini e finora unica certezza in una vicenda che scosse l'opinione pubblica locale e nazionale, e che sembra lontana dall'essere conclusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento