Malaria: altri tre indagati nell'inchiesta sulla morte della piccola Sofia

Archiviazione respinta, nuovi accertamenti, ed il numero degli indagati sale a 4 includendo anche un medico dell'ospedale S. Chiara

Nuova inchiesta e nuovi indagati nella vicenda giudiziaria sul caso di malaria all'interno dell'ospedale S. Chiara di Trento, dove due anni fa perse la vita una bambina di 4 anni, Sofia Zago.

Nell'ottobre del 2018, dopo un anno di minuziose indagini e complesse analisi, la Procura chiese l'archiviazione. Richiesa che avrebbe chiuso con un risarcimento civile per la famiglia, ma senza ammissioni di colpa. 

Il gip Marco La Ganga ha però respinto la richiesta di archiviazione disponendo nuovi approfondimenti che vedono coinvolti, oltre all'infermiera inizialmente indagata, anche altre due colleghe del repatro pediatrico ed un medico, ora in pensione.

Tutti e quattro erano in servizio nei giorni in cui la piccola contrasse la malattia nell'ospedale. Fatto, quest'ultimo, accertato nelle indagini e finora unica certezza in una vicenda che scosse l'opinione pubblica locale e nazionale, e che sembra lontana dall'essere conclusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vede i carabinieri, che hanno fermato un altro, accosta e spegne l'auto: denunciato

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Investita in via al Desert: è gravissima

  • Arrivano i "giorni della merla": perchè si dice così?

  • Camion perde il carico di acido nitrico: allarme chimico a Trento Nord

Torna su
TrentoToday è in caricamento