Malaria, il papà di Sofia: "Non siamo stati informati dell'autopsia"

Dichiara di aver appreso dell'esame autoptico dai giornali il padre della bambina morta di malaria a soli 4 anni, in poche righe di sfogo pubblicate su facebook

Ringrazia i medici e gli infermieri che hanno seguito il caso della figlia, morta di  malaria  a soli 4 anni, ma non rissparia una dolorosa critica al modo con il quale sono state condotte le indagini il padre della piccola Sofia, che ieri sera ha affidato a facebook poche righe di sfogo sull'intera  vicenda.

"Ci si sente impotenti nell'affrontare una malattia infida e aggressiva nonostante  la ccordialità e l'impegno di medici ed infermieri - si legge nel post - così ci si sente nell'apprendere dai giornali che il corpo di tua figlia è sotto sequestro prima, e che verrà sottoposto ad autopsia  poi, senza essere stati minimamente informati".

Nella conferenza stampa indetta ieri dall'Azienda Sanitaria provinciale (clicca qui) il direttore generale Paolo Bordon ha affermato di essere stato in contatto costante con la famiglia e di essersi speso personalmente per ottenere il nulla osta alla sepoltura. Bordon ha anche annunciato la partecipazione al funerale, in forma privata, di alcuni membri del personale ospedaliero.

Il funerale si terrà domani, sabato 9 settembre, il nulla osta è arrivato nel tardo pomeriggio di ieri, insieme agli esiti dell'esame autoptico eseguito a Brescia che ha confermato la morte per encefalite malarica. Resta da individuare il ceppo dei protozoi reponsabili della malattia, processo che potrebbe presentare non poche difficoltà e lasciare irrisolta l'intera vicenda. Il governatore del Trentino Ugo Rossi ha lanciato un appello al silenzion, rivolto alla stampa ed a tutta la comunità trentina, per rispettare il riserbo delle esequie.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

  • Val Daone: 15 mucche spaventate dal temporale cadono in un dirupo

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento