Lupo e orso, Bolzano si ritira dai progetti Life Ursus e WolfAlps

L'assessore Schuler ed il governatore Kompatscher: "Ora andremo all'attacco, serve un tetto". La presenza del lupo al passo Fedaia preoccupa così come, per quanto riguarda l'orso, il caso del vicino Trentino

La Provincia autonoma di Bolzano si ritirerà dai progetti Life Ursus e WolfAlps: ad assicurarllo è l'assessore provinciale Arnold Schuler che ha spiegato, in accordo con il governatore Arno Kompatscher, di voler fare pressioni a Roma ed a Bruxelles affinchè si istituisca un tetto massimo per i lupi, aspetto finora escluso dal progetto europeo WolfAlps.

La notizia è stata data dal quotidiano online Stol.it, sembra che a far traboccare il vaso sia stato proprio il lupo, ed in particolare gli attacchi da parte del lupo a greggi di pecore sul passo Fedaia. Attacchi, mai visti prima, che hanno costretto alcuni pastorio a scendere a valle interrompendo l'alpeggio a metà stagione. 

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

  • Temporali estivi, il Soccorso Alpino: "Attenzione al brusco calo delle temperature"

I più letti della settimana

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente, si schianta frontalmente con un camion e ci finisce sotto: morto motociclista

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

  • Motociclista morto sulla strada del lago di Garda

Torna su
TrentoToday è in caricamento