Lupo vicino alle scuole, forse affetto da rogna: la Provincia chiede di usare proiettili di gomma

Comunicazione dell'assessore in merito al caso del lupo avvistato a Canazei durante la ricreazione vicino alle scuole elementari. I forestali ipotizzano che l'animale sia affetto da rogna sarcoptica

A Canazei un lupo è stato avvistato mentre trascinava un muflone morto in un prato non distante dalle scuole elementari. I bambini, e gli insegnanti, durante la ricreazione hanno assistito alla scena. In paese aumenta la paura, poiche il piccolo branco sembra essersi abbassato di quota, spinto dal feddo dell'inverno. Ecco la comunicazione ufficiale del Servizio Foreste e Fauna in merito alla notizia:

In merito all'avvistamento del lupo vicino a Canazei, il presidente Ugo Rossi e l'assessore all'agricoltura, foreste, caccia e pesca, Michele Dallapiccola, comunicano che i forestali stanno già presidiando e controllano la zona.

Nel frattempo, immediatamente, è stata fatta una richiesta al Ministero per poter intervenire con proiettili di gomma per dissuadere il branco dalla frequentazione del paese.

L'ispezione delle fotografie da parte dei servizi veterinari ipotizza che l'animale avvistato sia affetto da una patologia che potrebbe corrispondere alla rogna sarcoptica, malattia tipica del camoscio in quella zona e trasmissibile anche ai canidi.
L'assessore Michele Dallapiccola, infine, fa sapere che si attendono indicazioni da parte del Ministero e di ISPRA sul da farsi in merito all'animale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

  • Incidente a Ledro, motociclista perde il controllo e si schianta: portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento