Lotterie dei cacciatori, spunta un'altro premio-animale

Un'altra lotteria, organizzata questa volta dalle Cacciatrici trentine all'interno dell'Expo caccia e pesca a Riva del Garda, in programma fra una settimana, mette in palio il diritto ad abbattere un camoscio o un cinghiale

E' di nuovo polemica in Trentino sulle lotterie organizzate dalle associazioni cacciatori che mettono in palio il diritto di abbattere animali selvatici.

Di un primo caso, relativo ad una lotteria con in palio l'abbattimento di una femmina di capriolo organizzata dall'Associazione cacciatori della riserva di Ronzo Chienis, si sta occupando il Servizio foreste e fauna della Provincia di Trento che ha raccolto la segnalazione del consigliere provinciale Roberto Bombarda e delle associazioni Enpa del Trentino e Flama d'Anaunia.
 
Un'altra lotteria, organizzata questa volta dalle Cacciatrici trentine all'interno dell'Expo caccia e pesca a Riva del Garda, in programma fra una settimana, mette in palio il diritto ad abbattere un camoscio o un cinghiale. A insorgere questa volta sono la Lega antivivisezione e l'assessore all'ambiente di Riva del Garda, Renza Bollettin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

  • Aeroporto di Bolzano: in arrivo voli per Roma, Vienna e altre destinazioni

Torna su
TrentoToday è in caricamento