Lite tra fidanzati 20enni: arrestato dopo l'aggressione al vicino

Scoppiato per futili motivi, il litigio, nato in casa, è finito in mezzo alla strada: il ragazzo ha picchiato un vicino di casa intervenuto per calmare la situazione

Un litigio tra fidanzati ventenni ha richiesto l'intervento del 112 ed è finito con l'arresto di lui. È successo nella serata di giovedì 21 luglio, quando i carabinieri della Stazione di Mattarello sono intervenuti in località Sarche (Calavino) a seguito di telefonate pervenute da parte di alcuni residenti che segnalavano una lite furibonda tra due giovanissimi. Scoppiato per futili motivi - hanno poi appurato i militari - il litigio, nato in casa, è finito prima in mezzo alla strada e poi nell'auto della giovane. L'abitacolo non ha però attutito le grida, tanto che un vicino di casa spaventato è sceso in strada per evitare che la discussione tra i due fidanzatini degenerasse ulteriormente, venendo però picchiato dal ragazzo, che ha peraltro piccoli precedenti di polizia.

Solo l'intervento di un altro vicino ha evitato che il pestaggio del ragazzo avesse conseguenze più gravi. All'arrivo dei militari, il ragazzo, alla richiesta di declinare le proprie generalità, senza alcun motivo, si è scagliato contro i carabinieri, apostrofandoli pesantemente e spintonandoli. Immediata la reazione: il giovane è stato immobilizzavano e arrestato. Oggi alle ore 15 verrà condotto davanti al giudice per il rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento