Stop dalla Giunta provinciale a nuovi centri commerciali oltre i 10.000 mq

La delibera approvata dalla Giunta mette un limite di superficie ai nuovi spazi commerciali monofunzionali. Olivi: "Preserviamo il suolo e promuoviamo i piccoli commercianti"

Un limite all'insediamento di nuovi centri commerciali di grandi dimensioni in Trentino, in particolare di grandi piattaforme monofunzionali con superficie superiore ai 10.000 mq. Lo stabilisce una delibera oggetto stamani di una adozione preliminare da parte della Giunta, su iniziativa del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi. 

"Una riforma - sottolinea il vicepresidente Olivi - che è la prima in Italia di questo genere, una programmazione basata finalmente non solo sul rapporto fra domanda e offerta, trascinata dalle  pressioni immobiliari, ma anche su valutazioni e finalità di carattere qualitativo, in modo tale da favorire, oltre ad una più razionale distribuzione delle superfici all'interno delle diverse aree territoriali, anche un consistente risparmio di suolo, e nel contempo una più forte valorizzazione del patrimonio esistente, con particolare riguardo ai centri storici da un lato, i nostri 'centri commerciali naturali', e alla rete dei piccoli e medi negozi che popolano i territori più periferici. Il messaggio, ancora una volta, è chiaro: il Trentino non segue la strada dell'omologazione tout court ai grandi formati, salvaguardando e valorizzando così l'esistente, un sistema diffuso in maniera capillare sul territorio". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento