Il capo dello Stato scrive a Giovanni Coletti per il suo impegno nel sociale

Il capo dello Stato, nella missiva scritta di suo pugno, ringrazia Coletti: "La sua azione - e quella di tanti altri - in aiuto di chi si ritrova in disagio o difficoltà non ha bisogno di definizioni. Ma conferisce entusiasmo alla vita e la rende degna (...)"

Giovanni Coletti, presidente da anni dell'Associazione genitori soggetti autistici e presidente della Fondazione Trentina per l’Autismo, oltre che fondatore di Casa Sebastiano a Taio, in Valle di Non, ha ricevuto una lettera dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il capo dello Stato, nella missiva scritta di suo pugno, ringrazia Coletti: "La sua azione - e quella di tanti altri - in aiuto di chi si ritrova in disagio o difficoltà non ha bisogno di definizioni. Ma conferisce entusiasmo alla vita e la rende degna (...)". Già insignito Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana "per il suo prezioso contributo alla costruzione di Casa Sebastiano, struttura all’avanguardia per la residenzialità e la riabilitazione delle persone affette da autismo", per Coletti è arrivato ora un altro riconoscimento.

Imprenditore, presidente di Tama, azienda con filiali anche in Francia e Spagna, Coletti, 58 anni, è padre di Martina e Roberta, due gemelle autistiche e nel 2008 è stato nominato Cavaliere per la sua attività e per le sue iniziative di volontariato in occasione, ad esempio, del disastro della Val di Stava e dell’alluvione della Valtellina. Negli anni seguenti il suo impegno in ambito di iniziative dedicate a soggetti autistici è culminato nella progettazione e costruzione, conclusa nel 2016, di Casa Sebastiano: una struttura destinata alla residenzialità, alla riabilitazione e al trattamento sociale e sanitario delle persone affette da autismo. Un polo di ricerca all’avanguardia nello studio della malattia e tra i più avanzati centri d'Europa, che ospita la prima sala multisensoriale interattiva operante in Italia. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento