Scuole Manzoni: lavori in vista per 1,5 milioni di euro

Nuova mensa per 250 alunni, laboratori didattici e una cucina in comune con l'asilo. L'edificio del 1911 è tutelato dalla Soprintendenza che dara l'ok ai lavori che cominceranno non prima dell'estate 2015. Cresce il numero di alunni alle medie di corso Buonarroti

Costeranno 1 milione e 600 mila euro i lavori previsti dal Comune per il risanamento del seminterrato delle scuole medie "Manzoni" di Corso Buonarroti a Trento, dove sarà realizzata una nuova mensa per 250 studenti suddivisi su due turni. Un intervento che consentirà di spostare l'attuale zona ristoro (attualmente i posti sono massimo 150) dal primo piano al seminterrato, liberando così spazi utili per la realizzazione di tre laboratori per l'attività didattica. L'ampliamento della mensa rientra in un adeguamento normativo, la legge provinciale prevede infatti che il servizio scolastico di ristorazione sia a disposizione di almeno il 70% degli studenti totali (attualmente gli iscritti alle "Manzoni" sono 356). I lavori richiederanno tempi piuttosto lunghi, sia perché l'intervento del Comune dovrà essere concordato con i Beni culturali - perché l'edificio, datato 1911 è tutelato - sia perché la messa a punto del bando di gara sarà piuttosto laboriosa, considerato che si tratta di un appalto superiore al milione di euro.

La nuova mensa ed i laboratori non saranno pronti prima di settembre 2016, dal momento che tutto il 2014 sarà dedicato alla progettazione ed i lavori non comincerrano prima dell'estate 2015. "Questi lavori - spiega l'assessore comunale Paolo Castelli - serviranno a dare una risposta didattica completa all'attuale situazione di sofferenza sul numero di posti disponibili nell'istituto, considerato l'aumento dell'utenza, in particolare proveniente da Sardagna e dal Bondone, dopo che per qualche anno c'era stato un consistente afflusso di studenti di queste località nelle scuole private". 

Altro intervento previsto è la realizzazione di una zona cucina in comune tra asilo nido e scuola per l'infanzia. Si tratta di un progetto sperimentale, il costo previsto è di 900 mila euro, che il Comune di Trento ha intenzione di realizzare a Villazzano, presso l'asilo di via Conci: "Il locale unico - commenta l'assesore comunale Paolo Castelli - ci permetterà una notevole economia gestionale, la riorganizzazione del personale attualmente in cucina e dei risparmi sulla gestione complessiva. Se la cosa dovesse procedere bene potremmo decidere di applicarla anche ad altre realtà".

L'asilo sarà esternalizzato ad una cooperativa al termine dell'ampliamento, che si dovrebbe concludere entro agosto 2016 dopo circa un anno di lavori, che consentiranno di aumentare la ricettività del nido portando i posti disponibili da 39 a 45. La nuova cucina, quindi, permetterà di fornire il servizio ristorazione a quasi cento bambini, tra cui i 50 che attualmente frequentano la scuola materna.  Oltre ai lavori per la cucina unica, verrà anche ampliata verso est una parte della struttura, circa 50 metri quadrati in più degli attuali. Sarà inoltre installato un impianto fotovoltaico da 6 kilowatt sul tetto e predisposto il riscaldamento a pavimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

  • Trento Città del Natale: Mercatini, Notte Bianca, Capodanno. Ecco tutte le novità

  • Camion sbanda e finisce contro il guard rail: chiusa una corsia della Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento